I problemi in cantiere legati al vano serramento

Se stai realizzando un nuovo edificio o ti stai occupando della ristrutturazione di un immobile, sono molteplici i problemi che potresti incontrare in cantiere.

Vuoi rispettare gli obiettivi di efficientamento legati alla classe energetica dell’immobile?

Desideri rispettare le normative legate all’installazione dei serramenti?

Allora il consiglio è quello di non trascurare l’isolamento del vano serramento: l’elemento più disperdente da un punto di vista termico, energetico e acustico dell’intero involucro edilizio.

E’ proprio dal foro finestra che si possono creare pericolosi ponti termici e acustici, che possono causare spifferi, infiltrazioni di acqua o rumori, umidità e condensa negli ambienti e muffa alle pareti.

Le conseguenze possono essere davvero dannose, laddove il progettista o il costruttore, ad esempio, trascurino la definizione precisa delle quote esecutive del foro murario.

A queste si aggiungono:

  • Il corretto allineamento della tamponatura interna da quella esterna, in relazione alla tipologia di serramento da adottare.
  • L’eventuale dimensione della giusta veletta superiore da realizzare.
  • La corretta gestione del quarto lato di ogni foro.
  • La corretta esecuzione delle esatte misure in altezza e in larghezza corrispondenti alle reali necessità, nel rispetto delle normative vigenti.
  • La corretta gestione del nodo primario, in relazione alla norma UNI EN 11673, che molto raramente vengono prese in considerazione nella progettazione complessiva del vano murario.

Tale trascuratezza progettuale si traduce in concreti problemi in cantiere legati al vano serramento, che tecnicamente si possono riassumere:

  • Le misure esecutive inserite nell’abaco misure spesso non sono corrette e non è chiaro a che cosa sono riferite.
  • Questo problema ricade puntualmente in capo a: direzione lavori, titolare dell’impresa, direttore del cantiere ed impresa esecutrice delle opere murarie

Quest’ultimi, presi alla sprovvista, cercano di prendere informazioni come meglio possono per cercare di tamponare la situazione nel più breve tempo possibile.

La soluzione viene spesso risolta da esperienze precedenti, che non assicurano il giusto risultato, oppure dal serramentista di turno che prende decisioni spesso prive di consapevolezza.

Esistono inoltre altri problemi in cantiere legati al vano serramento, alla mancanza di un adeguato isolamento.

CRITICITÀ DEL CONTROTELAIO NON TERMICO

In cantiere si utilizzano ancora controtelai metallici (non termici), posti su 3 lati, che creano un ponte termico.

La gestione del nodo primario (ovvero lo spazio tra la muratura e il controtelaio), nel sistema tradizionale, viene effettuata generalmente con l’uso della sola malta, che però è anche un materiale rigido, non sufficientemente adesivo e che può causare un ponte termico.

I movimenti del muro e del controtelaio, dovuti alle sollecitazioni meccaniche subite dal serramento, possono causare nel tempo delle crepe da cui si possono infiltrare aria e acqua.

La conseguenza è la formazione di umidità, condensa e muffa sul perimetro.

Trascurare nella progettazione tutto ciò, significa compromettere la tenuta e le prestazioni complessive dell’intero involucro.

CRITICITÀ DEL NODO SECONDARIO

La sigillatura del nodo secondario tra telaio e controtelaio viene spesso eseguita con schiume poliuretaniche e silicone, senza badare alla durata di questi materiali e soprattutto alla tenuta e all’isolamento.

La conseguenza nella fase di posa è che vengono meno le prestazioni termoacustiche del serramento con la comparsa anche di umidità, condensa e muffa.

IMPORTANZA DEL QUARTO LATO DELLA FINESTRA

La finestra poggia, il più delle volte, su una soglia in marmo.

Lo spazio che intercorre tra questa soglia, la tamponatura sottostante sulle finestre a parapetto, il solaio in cemento armato per le portefinestre, è il quarto lato.

La normale soglia passante, nonostante negli ultimi periodi sia oggetto di interesse, invece è l’ultimo dei problemi. Lo spazio da gestire è molto più ampio e varia mediamente da 8 cm sulle finestre e oltre 20 cm sulle portefinestre.

Non gestire correttamente il quarto lato vanifica, in gran parte, anche tutte le attenzioni precedentemente segnalate.

CRITICITÀ DELLA CORRETTA TEMPISTICA DELLA FORNITURA

In cantiere la tempistica ed un dettagliato cronoprogramma delle forniture e delle lavorazioni, è fondamentale per contenere i costi, che sempre di più incidono nel bilancio finale dell’edilizia moderna.

Un’errata programmazione di queste voci porterebbe ad un rallentamento e, nei casi più gravi, alla momentanea sospensione delle lavorazioni in cantiere.

È essenziale quindi che tutte le forniture: dalle tamponature ai controtelai, dalla consegna degli infissi al montaggio, avvengano secondo un programma coordinato e condiviso da tutte le parti e rispettando le normative in tema di progettazione della posa in opera.

Per evitare a monte tutti questi problemi, abbiamo creato un sistema che si chiama “Dear Innovation System”.

In particolare tale sistema prevede:

Un progetto tecnico personalizzato

  • Analizziamo il vano serramento definendo il sistema finestre e oscurante ideale per la tipologia di cantiere.
  • Forniamo il corretto controtelaio in base agli obiettivi energetici, di design e di sicurezza desiderati.
  • L’ufficio tecnico definisce il nodo primario e secondario per raggiungere le prestazioni termoacustiche richieste a posa in opera avvenuta.

Consulenza e scelta della tipologia di serramento

  • L’infisso prescelto (legno, legno-vetro, legno-alluminio o PVC) si declina in diversi stili e textures o finiture per soddisfare qualsiasi esigenza tecnica ed estetica.

Condizioni di vendita con speciale clausola “patti chiari”

  • Definiamo un’unica proposta economica che corrisponde alle esigenze manifestate, dopo aver condiviso la speciale clausola “patti chiari” per un acquisto sicuro che definisce in anticipo tutte le fasi del processo della fornitura.

Cronoprogramma dei lavori

  • Definiamo un preciso e dettagliato cronoprogramma dei tempi necessari per portare a termine il lavoro: dalla fase progettuale a quella esecutiva, dalla consegna alla posa in opera dei serramenti.
  • Rispettiamo i tempi di consegna secondo le specifiche esigenze della direzione lavori e mediante il trasporto del materiale con nostri automezzi e personale direttamente in cantiere.

DEAR Service

  • Offriamo un tutor aziendale, nominato al momento della sottoscrizione del contratto, per assicurare un’efficiente gestione della commessa: dall’ordine fino al post vendita e per seguire il cliente in ogni fase della fornitura.

Posa qualificata

  • Installiamo le finestre con un sistema di posa ad alta efficienza termoacustica tramite nostro personale, continuamente aggiornato, secondo le Norme UNI 11673 e Uni 10818.

Garanzia

  • Garanzia di 10 anni sulle finestre (ampliata a 20 anni sulla verniciatura).
  • Consegna all’utente finale di un manuale d’uso e corretta manutenzione dei serramenti.
  • A richiesta: kit di cura dei serramenti per ogni appartamento dell’edificio.

Comunicazione

  • Promoviamo l’iniziativa immobiliare del nostro partner
  • Programmiamo campagne di co-marketing con l’impresa edile
  • Pubblichiamo appositi redazionali sul nostro sito aziendale
  • Condividiamo sui canali social i progetti edili

Hai una struttura edilizia

da realizzare?

Parlaci del tuo progetto.

Risolvi equazione (Antispam) *

0 + 5 = ?

Privacy Policy: si autorizza DEAR Srl al trattamento dei dati presenti nel modulo, nel rispetto ed ai sensi del Dlgs n. 196 del 30/06/2003 e s.m.i., per l’invio d’informazioni relative a quanto richiesto.